Il sole che verrà

“Il sole che verrà” è il titolo di un libro scritto da Alessandro Inghilterra (Genova, 1970), un amico e collega di vecchia data che scrive musica, canzoni, racconti e poesie, si potrebbe dire da sempre, e che usa la parola come strumento di contatto, riflessione, scambio di emozioni e solidarietà.
E proprio dal suo sentimento di solidarietà è nata l’idea di considerare la nostra associazione quale beneficiaria di parte dei ricavi dalla vendita del suo libro di poesie.
Il libro raccoglie 25 poesie, corredate di altrettante fotografie b/n, che rappresentano “un intimo viaggio tra i moti del cuore” (citazione dell’autore).

Da un’altra sua citazione: “La tenacia e la fiducia in sè stessi, nutrono la forza di inseguire un sogno e ancorati al timone della nostra esistenza, ci spingono instancabilmente a puntare avanti, verso il sole che verrà” comprendiamo e facciamo nostro il messaggio che possiamo rivolgere a tutti coloro che grazie alla propria forza, caparbietà, fatica e motivazione, puntano ad andare avanti per raggiungere nuovi traguardi: in questo messaggio, che traduco come un messaggio di speranza, si riflette la condizione di bambini, giovani e adulti che vivono in condizioni di disabilità e cercano, faticosamente ogni giorno, di fare qualcosa per andare avanti, per vedere sorgere il sole che verrà.

Grazie Alessandro, per il tuo impegno ed il tuo entusiasmo, profuso e palesato nell’accogliere la nostra associazione e la nostra causa. 

Mauro.

Post Scriptum, per i visitatori del sito:  comprate il libro !!! Grazie !
Lo potete ordinare on-line su:
https://www.alettieditore.it/
https://www.libroco.it/
https://www.amazon.it/
https://www.ibs.it/
https://books.google.it/

5×1000  2018  per  SUPER LUCA

CIAO !!

Ti ricordo che anche quest’anno puoi destinare il 5×1000 alla nostra associazione.

Amici di Super Luca è un’onlus nata nel 2012 per aiutare la famiglia di Luca nelle spese per le terapie; da 3 anni però, grazie alle donazioni volontarie ed alla raccolta del 5×1000, ha iniziato ad aiutare altre associazioni che operano per il bene di ragazzi disabili: lo scorso anno abbiamo devoluto 1000 euro all’associazione Fightthestroke che, insieme all’ospedale Gaslini di Genova, ha avviato un nuovo progetto diagnostico per i bambini colpiti da ictus.

Vogliamo proseguire anche quest’anno, col vostro aiuto, ad andare avanti nella nostra mission, vogliamo provare a fare qualcosa di più degli scorsi anni, vogliamo pensare a qualche nostro progetto, che sia rivolto ai ragazzi disabili.

Abbiamo bisogno del tuo contributo, che puoi fornirci semplicemente indirizzando la tua scelta del 5×1000 alla nostra associazione. Se scegli di devolvere il 5×1000, all’associazione Amici di Super Luca, nella tua dichiarazione dei redditi indica il nostro codice fiscale:

95 155 84 01 01

Per informazioni sulla nostra associazione, la storia di Super Luca, come eseguire donazioni, i nostri contatti, consulta le pagine di questo sito.
GRAZIE !!

Il più grande spettacolo dopo il big bang

Si, “Il più grande spettacolo dopo il big bang” è il titolo di una canzone di Jovanotti, al secolo Lorenzo Cherubini che, chi mi segue su Facebook, sa che richiamo talvolta come la canzone che più di ogni altra sento vicina a me e Luca, alias Super Luca, e che per me è il simbolo del rapporto tra me e mio figlio Luca, dei nostri sogni, difficili da comunicarci come i nostri sentimenti, ma che ci fanno volare quando stiamo insieme…Io e te, Che abbiamo fatto un sogno, Che volavamo insieme, Che abbiamo fatto tutto, E tutto c’è da fare…queste parole in particolare riassumono il rapporto tra me e mio figlio e credo possano similarmente riassumere il rapporto che esiste tra due persone che si vogliono bene ed hanno degli obiettivi in comune.
Come me e Luca esistono tanti altri casi di padri e figli, madri e figli, che vivono situazioni simili alla nostra e che, come noi, vivono di sogni e speranze, sognano insieme ai loro figli e fanno qualcosa insieme per migliorare il presente e costruire il futuro.
Questa canzone di Jovanotti, pur nella sua semplicità dei testi, mi trasmette qualcosa che mi accomuna a mio figlio Luca e mi fa sentire molto legato a lui, soprattutto quando non sto con lui.
Credo che ogni rapporto genitore-figlio possa considerarsi come qualcosa di talmente bello da essere secondo soltanto all’istante in cui nacque ogni cosa, quindi al “big bang” a cui tutto è seguito, e che dal confronto tra questo evento, unico nella storia universale, ed il rapporto genitore-figlio, si possa trovare lo stesso tipo di unicità, perchè ogni rapporto genitore-figlio è unico per ciò che rappresenta per ognuno di loro, ed è in questo senso e per questo ogni volta, un grande spettacolo, il più grande spettacolo dopo il big bang !!

Con questo pensiero, scaturitomi dall’ennesimo ascolto della canzone, vi auguro Buon Natale, a voi ed ai vostri figli, sempre e comunque speciali e meritevoli di attenzioni, cure e felicità, che sgorga dal contatto delle anime.
Mauro.

Ascolta la canzone

Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang siamo noi, io e te

Ho preso la chitarra senza saper suonare
Volevo dirtelo, adesso stai a sentire
Non ti confondere prima di andartene
Devi sapere che…

Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang siamo noi, io e te

Altro che il luna park, altro che il cinema
Altro che internet, altro che l’opera
Altro che il Vaticano, altro che Superman
Altro che chiacchiere

Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang siamo noi, io e te

Io e te
Che ci abbracciamo forte
Io e te, io e te
Che ci sbattiamo porte
Io e te, io e te
Che andiamo contro vento
Io e te, io e te
Che stiamo in movimento
Io e te, io e te
Che abbiamo fatto un sogno
Che volavamo insieme
Che abbiamo fatto tutto
E tutto c’è da fare
Che siamo ancora in piedi
In mezzo a questa strada
Io e te, io e te, io e te

Altro che musica, altro che il Colosseo
Altro che America, altro che l’exstasi
Altro che nevica, altro che Rolling Stones
Altro che football, football
Altro che Lady Gaga, altro che oceani
Altro che argento e oro, altro che il sabato
Altro che le astronavi, altro che la tv
Altro che chiacchiere

Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang siamo noi, io e te

Che abbiamo fatto a pugni
Io e te, io e te
Fino a volersi bene
Io e te, io e te
Che andiamo alla deriva
Io e te, io e te
Nella corrente, io e te
Che attraversiamo il fuoco
Con un ghiacciolo in mano
Che siamo due puntini
Ma visti da lontano
Che ci aspettiamo il meglio
Come ogni primavera
Io e te, io e te, io e te

Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang
Il più grande spettacolo dopo il big bang siamo noi, io e te

Ho preso la chitarra senza saper suonare
E’ bello vivere, anche se si sta male
Volevo dirtelo perché ce l’ho nel cuore
Son sicurissimo, amore

Writer(s): Saturnino Celani, Lorenzo Cherubini

 

Combattere l’ictus – Fight the stroke

Combattere l’ictus, in inglese, si traduce in “Fight the stroke“che è anche il nome di un’associazione nata sei anni fa grazie all’idea ed all’impegno dei genitori di un bambino colpito da ictus.
Sono stato oggi all’evento TEDMEDLive2017-Fightthestroke, presso il Politecnico di Milano, patrocinato appunto da questa associazione, che già avevo incontrato a fine settembre durante il Forum della Sostenibilità nel settore della Salute, alla Leopolda di Firenze.
Perchè ne scrivo? Perchè si tratta di un tema legato alla salute dei bambini, potenzialmente invalidante a livelli più o meno gravi, perchè tra Firenze e Milano sono riuscito a conoscere e parlare personalmente coi due genitori fondatori per capire se il loro progetto “Mirrorable“, sviluppato da un’equipe di alta specializzazione scientifica e che applica il concetto dei “neuroni specchio”, potesse essere utile per lo sviluppo cognitivo di Luca e, dulcis in fundo, perchè ho scoperto che l’ospedale Gaslini di Genova ha avviato, da poco più di un mese, una collaborazione con questa associazione per fondare il primo Centro Stroke Neonantale e Pediatrico italiano.
Andando a cercare un pò ho trovato un video che ne parla e che condivido qui: oggi al TEDMED di Milano erano presenti alcuni tra gli specialisti dell’ospedale Gaslini coinvolti in questo progetto che, come spiegavano durante una riunione coi soli genitori interessati, prevede una serie di esami per l’accertamento dell’ictus in età pediatrica, esami che vengono svolti da un’equipe dedicata: il progetto e l’equipe hanno lo scopo di effettuare tutti gli esami necessari in breve tempo e coordinati da una sola struttura ospedaliera, quella del Gaslini appunto, così da accelerare il tempo di indagine.
Ciao, Mauro.

Raccontaci la tua storia

Ciao!
Vuoi raccontarci la tua storia?
Sei un ragazzo o un adulto con problemi motori, sei la mamma o il papà o il parente prossimo di un bambino o un ragazzo con problemi motori o cognitivi?
Stai combattendo una tua personalissima lotta per migliorare la vita di tuo figlio o del tuo caro?
Noi di Amici di Super Luca siamo un’associazione nata sull’onda dell’aiuto di molte persone che, con il loro contributo fisico e morale per sostenere il lavoro che facciamo per nostro figlio Luca, ci hanno indotto a dare origine a questa associazione che, oltre a fare quanto possibile per la nostra causa personale, vorrebbe provare ad aiutare anche altre persone che hanno problemi simili al nostro, e che stanno lottando con le proprie forze per migliorare la vita di un loro caro.
La nostra storia e la storia di Luca la raccontiamo qui e l’abbiamo raccontata in varie occasioni, sia sui social che direttamente a voce nei momenti in cui ci è stato dato modo di farlo pubblicamente, per testimoniare la nostra realtà quotidiana e far sapere alle persone quello che può voler dire vivere la vita di un individuo con handicap, condividendola ogni giorno.
Probabilmente tu hai già fatto alcuni passi per cercare di sensibilizzare tanta gente intorno a te, noi vorremmo darti la possibilità di far conoscere maggiormente la tua storia attraverso la nostra associazione.
Se ti va di farlo per veicolare verso più persone la tua realtà, raccontaci la tua storia, cosa hai fatto e come vivi il tuo quotidiano, scrivici all’indirizzo dell’associazione, info@amicidisuperluca.it, mandaci una mail dove ti racconti o racconti la storia di qualcuno a te caro e col quale stai condividendo la sua vita; aggiungi anche qualche foto o un video che supporti il tuo racconto; fornisci solo le informazioni che ritieni opportune, tralasciando ciò che non vuoi che sia reso pubblico ad altri.
In cambio noi non ti promettiamo nulla di più della possibilità di pubblicare il tuo racconto sul nostro sito, quindi di entrare in contatto con noi e, se il fatto di raccontarti qui potrà esserti utile in qualche modo, anche solo moralmente, saremo ben lieti di averlo fatto.
E magari scopriremo che, dopo aver percorso strade diverse, potremo anche fare qualcosa insieme, percorrendo una strada comune.
Grazie!
Il presidente dell’associazione e papà di Super Luca, Mauro.

P.S.: recapiteremo questo messaggio direttamente anche a persone già di nostra conoscenza, che potrebbero essere interessate ad unirsi a noi in questa iniziativa. Fate lo stesso anche voi che leggete e conoscete qualcuno che potrebbe avere voglia di raccontarsi, inviando a loro il link di questo articolo. Grazie.